Archivio per la Categoria ‘Antonio Mele/Melanton’ Category

Categoria: Antonio Mele/Melanton

Nessun commento

antonio antonaci

PREMESSA. Un prezioso contributo storico-aneddotico di monsignor Antonio Antonaci sul centenario della Biblioteca “Pietro Siciliani” di Galatina mi offrì lo spunto, nel marzo 2006, per amplificare alcune riflessioni – che oggi, dopo un lustro, mi sembra utile riproporre –, di natura civile e sociale, riguardanti da vicino l’intera comunità del Salento, e che l’autorevole concittadino aveva in qualche misura implicitamente sollecitato. In tale puntuale intervento di Antonaci – apparso sul Galatino del 10 febbraio di quell’anno – si riflette una sentita (e di per sé meritoria) esigenza di partecipazione e cooperazione ai vari problemi del nostro territorio, esortandoci di fatto alla nostra “salentinità”, dispersa o in via d’estinzione, e forse maggiormente avvertita da chi, come me, vive lontano dai paterni confini: un’esortazione, cioè, a quel forte ed energico senso di appartenenza, all’affezione, se non proprio all’orgoglio del loco natio, al tornare ad essere e sentirsi comunità e non semplice somma di individui.

Categoria: Antonio Mele/Melanton

Nessun commento

antonio mele melanton

Antonio Mele, in arte Melanton, è nato il 13 luglio 1942 a Galatina, dove ha completato la sua formazione umanistica nel Liceo Classico “Pietro Colonna”, frequentando poi la Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università Salentina di Lecce. Dal 1969 risiede a Roma. E’ stato per molti anni Dirigente d’azienda in un’importante Società industriale, svolgendo in parallelo un’intensa attività artistica, alla quale si dedica oggi a tempo pieno. È giornalista, grafico pubblicitario, disegnatore e scrittore di satira e umorismo, promotore e organizzatore di mostre e rassegne d’arte, direttore artistico del Centro Galantara per la Satira sociale e del Premio Biennale Galantara di Montelupone, storico dell’arte della Caricatura, presidente della Giuria del Premio nazionale di Letteratura umoristica “Umberto Domina” di Enna. Ha pubblicato la sua prima vignetta a 17 anni, nel 1959, sul settimanale sportivo“Il calcio e ciclismo illustrato”, diretto da Maurizio Barendson, affermandosi poi come caricaturista sul periodico satirico galatinese “La Civetta”. Ha collaborato e collabora con importanti giornali italiani e stranieri, fra cui il “Corriere canadese”,“Quotidiano”, “Il Carabiniere”, “la Repubblica”.